Torna alla homepage
 
Home e-Coop
I carboidrati: APPORTI IDEALI DI CARBOIDRATI Torna alla pagina precedente
Recenti indagini sulla situazione nutrizionale della nostra popolazione rilevano alcune insufficienze nell´apporto nutritivo: ferro, calcio, alcune vitamine del gruppo B, la vitamina A e la vitamina C risultano ingeriti in quantità sovente inferiore rispetto ai livelli di sicurezza raccomandati.
Ridurre l´apporto calorico, magari per contenere o diminuire il proprio peso, eliminando alcuni alimenti come i vegetali ricchi di amido (patate, legumi) o i cereali diventa rischioso, giacchè viene ridotto il consumo di alimenti che sono contemporaneamente fonte di molte vitamine del gruppo B. Eliminare cereali e ortaggi, significa invece ridurre l´apporto di vitamina A.
Purtroppo la tendenza attuale vede una progressiva diminuzione dei consumi di molti prodotti ricchi di carboidrati, sospetti di essere troppo "ingrassanti", con una conseguente diminuzione della disponibilità di alcune vitamine e sali minerali.
Negli ultimi decenni il consumo medio procapite di carne è all´incirca triplicato, quello di latticini raddoppiato, mentre il consumo di cereali si è ridotto del 20 % e quello di legumi si è dimezzato.
Se alla razione dell´adulto è ancora riservata una certa importanza al consumo di ortaggi e frutta, così non è nelle abitudini alimentari emergenti dei bambini e degli adolescenti, ove i consumi di alimenti di origine vegetale o di prodotti ricchi di carboidrati (pane, pasta, legumi) sono progressivamente emarginati, con rischi gravi di rasentare l´apporto insufficiente di talune vitamine e sali minerali.
 Stampa 
Vai alla scheda precedente  Scheda precedente  ||  Scheda successiva  Vai alla scheda successiva
Torna all'indice