Torna alla homepage
 
Home e-Coop
I grassi e il colesterolo: GRASSI, SOVRAPPESO ED APPORTI DI SICUREZZA DI GRASSI Torna alla pagina precedente
Il problema del contenimento degli apporti di grassi è particolarmente attuale, visto che un numero sempre maggiore di persone ha problemi di sovrappeso. Fra i diversi gruppi della popolazione sono gli anziani e le donne durante la gravidanza e l´allattamento a dover prestare più attenzione alla riduzione della densità calorica della razione alimentare e ad un suo parallelo incremento di densità nutritiva.
La riduzione ed il contenimento del consumo di alimenti contenenti troppi grassi, deve essere effettuata con moderazione. Come è ricordato altrove, i grassi determinano una specifica sensazione di sazietà: essi infatti sono digeriti molto lentamente e contribuiscono ad evitare che uno stimolo acuto di "svuotamento" conduca ad una nuova introduzione di cibo. I grassi sono inoltre il veicolo della maggior parte delle sostanze aromatiche; anche la percezione di gusto contribuisce a ridurre la velocità di introduzione di cibo, se non altro per ragioni di soddisfazione psicologica.
Ma la più importante ragione per non ridurre eccessivamente il consumo di lipidi è quella legata ad alcuni altri nutrienti che sono strettamente associati al contenuto in grassi degli alimenti: le vitamine A, D, E e K, essendo solubili nei grassi, vengono più facilmente assorbite a livello intestinale in presenza di grassi.
 Stampa 
Vai alla scheda precedente  Scheda precedente  ||  Scheda successiva  Vai alla scheda successiva
Torna all'indice